I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.



Da piazza San Sepolcro a piazza San Babila - 140 distintivi che hanno segnato l'epopea del Fascismo

Questa ricerca vuole raccontare l'epopea del Fascismo attraverso una selezione particolare di distintivi d'epoca che appartengono alla memoria dell'avventura mussoliniana, icone ricche di significati e messaggi visivi da esporre come complementi d'abbigliamento. Gli esemplari per l'abito civile, molti di gusto semplice e popolare, altri più esclusivi e raffinati per un pubblico più ristretto, definivano una fede, un sodalizio o una particolare condizione nell'ambito politico o amministrativo ed erano portati all'occhiello. I distintivi commemorativi o quelli d'onore per l'uniforme avevano la funzione di segnalare le campagne militari cui il soldato aveva partecipato, i meriti e le specializzazioni acquisite durante la ferma o la guerra. In questa galleria, percorrendo capitolo per capitolo una strada visivamente inedita, vediamo le conquiste e le sconfitte di una delle ideologie tra le più rivoluzionarie e controverse del Novecento, dalla fase precedente l'ascesa al potere al periodo di governo, dagli anni di guerra sino alla Repubblica Sociale, per arrivare al sorgere del Neofascismo nel dopoguerra, fino agli albori degli anni settanta. Il volume vuole essere un omaggio, postumo, all'amico Alessandro Raspagni, scomparso nella prima parte del 2017.

Brossura, 17 x 24 cm. pag. 228 illustrato con foto a colori e b/n

Stampato nel 2017 da Nonsolostoria
da-piazza-san-sepolcro-a-pi

Prezzo:
Prezzo di vendita: 27,00 €
48h.gif
Descrizione

Alessandro Raspagni

Questa ricerca vuole raccontare l'epopea del Fascismo attraverso una selezione particolare di distintivi d'epoca che appartengono alla memoria dell'avventura mussoliniana, icone ricche di significati e messaggi visivi da esporre come complementi d'abbigliamento. Gli esemplari per l'abito civile, molti di gusto semplice e popolare, altri più esclusivi e raffinati per un pubblico più ristretto, definivano una fede, un sodalizio o una particolare condizione nell'ambito politico o amministrativo ed erano portati all'occhiello. I distintivi commemorativi o quelli d'onore per l'uniforme avevano la funzione di segnalare le campagne militari cui il soldato aveva partecipato, i meriti e le specializzazioni acquisite durante la ferma o la guerra. In questa galleria, percorrendo capitolo per capitolo una strada visivamente inedita, vediamo le conquiste e le sconfitte di una delle ideologie tra le più rivoluzionarie e controverse del Novecento, dalla fase precedente l'ascesa al potere al periodo di governo, dagli anni di guerra sino alla Repubblica Sociale, per arrivare al sorgere del Neofascismo nel dopoguerra, fino agli albori degli anni settanta. Il volume vuole essere un omaggio, postumo, all'amico Alessandro Raspagni, scomparso nella prima parte del 2017.

Brossura, 17 x 24 cm. pag. 228 illustrato con foto a colori e b/n

Stampato nel 2017 da Nonsolostoria

VATERLAND S.A.S di Alberto Manca & C. - sede legale: Solarussa ( OR ) via Azuni 21 CAP. 09077 - partita IVA 01152870950 - REA 134686
MOAI Studio Milano
Joomla template freaks