Soviet Airmen in the Spanish Civil War 1936-1939

Tra il settembre 1936 e il febbraio 1939, l'Unione Sovietica fu impegnata nell'aiutare, militarmente ed economicamente, la Repubblica spagnola nella guerra civile contro le forze di destra del Generale Francisco Franco, che si erano ribellate contro il governo che andava prendendo una connotazione social-comunista e che, a loro volta venivano aiutati semi-clandestinamente dall'Italia fascista e dalla Germania nazionalsocialista. I sovietici non solo rifornivano della Repubblica di benzina, e prodotti alimentari, ma anche di aerei, carri armati, pezzi di artiglieria e armi di cui i Repubblicani avevano bisogno per portare avanti la guerra. I sovietici cominciarono anche ad inviare consiglieri militari e personale di tutti i rami di servizio, oltre a ingegneri, traduttori, marinai e operai dell'industria bellica. Delle circa 3.000 persone inviate dall'Unione Sovietica, 772 appartenevano all'aeronautica, e di questi 100 furono stati uccisi in azione o perirono in seguito di incidenti o ferite riportate in battaglia.

Rilegato, 18 x 25,5 cm. pag. 320 con circa 586 illustrazioni

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2014 da Schiffer
81minduhwml

Price:
Sales price: 59,00 €
ordinazione.gif
Description

Paul Whelan

Tra il settembre 1936 e il febbraio 1939, l'Unione Sovietica fu impegnata nell'aiutare, militarmente ed economicamente, la Repubblica spagnola nella guerra civile contro le forze di destra del Generale Francisco Franco, che si erano ribellate contro il governo che andava prendendo una connotazione social-comunista e che, a loro volta venivano aiutati semi-clandestinamente dall'Italia fascista e dalla Germania nazionalsocialista. I sovietici non solo rifornivano della Repubblica di benzina, e prodotti alimentari, ma anche di aerei, carri armati, pezzi di artiglieria e armi di cui i Repubblicani avevano bisogno per portare avanti la guerra. I sovietici cominciarono anche ad inviare consiglieri militari e personale di tutti i rami di servizio, oltre a ingegneri, traduttori, marinai e operai dell'industria bellica. Delle circa 3.000 persone inviate dall'Unione Sovietica, 772 appartenevano all'aeronautica, e di questi 100 furono stati uccisi in azione o perirono in seguito di incidenti o ferite riportate in battaglia.

Rilegato, 18 x 25,5 cm. pag. 320 con circa 586 illustrazioni

Testo in lingua inglese

Stampato nel 2014 da Schiffer

VATERLAND S.A.S di Alberto Manca & C. - sede legale: Solarussa ( OR ) via Azuni 21 CAP. 09077 - partita IVA 01152870950 - REA 134686
MOAI Studio Milano
Joomla template freaks