L'Abc delle corte - Tecnica storia e balistica di pistole e revolver

Dopo una necessaria premessa di base sulla differenza tra avancarica e retrocarica e sul ciclo di sparo di un'arma semiautomatica, si entra nel vivo della trattazione, partendo dalle diverse tipologie di munizioni (centrali, anulari, a spillo) per passare alle armi monocolpo e, quindi, ai revolver. Si parte dalla loro evoluzione, con i mostri sacri Colt e Smith & Wesson, per addentrarsi quindi nelle differenti componenti (telaio, tamburo, scatto). Per quanto riguarda le pistole semiautomatiche, si analizzano innanzi tutto i differenti sistemi di chiusura e, quindi, gli elementi costitutivi. Non può mancare un capitolo dedicato agli organi di mira. Una volta "fatte le ossa" con le armi più classiche, è giusto concludere in bellezza con i progetti un pochino più stravaganti, come il Nagant 1895, il Rhino di Chiappa firearms, la doppia 1911 di Arsenal e così via. Nel capitolo 9 si introducono cenni di balistica interna, esterna e terminale, per giungere quindi all'analisi dell'anima della canna e del fenomeno del rinculo. In appendice, un raffronto dimensionale e prestazionale dei calibri per pistola, tavole di tiro e balistiche, tabelle di conversione dalle unità di misura anglosassoni a europee e un mini‐glossario tecnico inglese‐italiano.

Rilegato, 15 x 21,5 cm. pag. 290 con numerose tabelle e foto e disegni a colori e b/n

Stampato nel 2018 da Edisport
corte

Prezzo:
Prezzo di vendita: 29,90 €
48h.gif
Descrizione

Paolo N. Sinha

Dopo una necessaria premessa di base sulla differenza tra avancarica e retrocarica e sul ciclo di sparo di un'arma semiautomatica, si entra nel vivo della trattazione, partendo dalle diverse tipologie di munizioni (centrali, anulari, a spillo) per passare alle armi monocolpo e, quindi, ai revolver. Si parte dalla loro evoluzione, con i mostri sacri Colt e Smith & Wesson, per addentrarsi quindi nelle differenti componenti (telaio, tamburo, scatto). Per quanto riguarda le pistole semiautomatiche, si analizzano innanzi tutto i differenti sistemi di chiusura e, quindi, gli elementi costitutivi. Non può mancare un capitolo dedicato agli organi di mira. Una volta "fatte le ossa" con le armi più classiche, è giusto concludere in bellezza con i progetti un pochino più stravaganti, come il Nagant 1895, il Rhino di Chiappa firearms, la doppia 1911 di Arsenal e così via. Nel capitolo 9 si introducono cenni di balistica interna, esterna e terminale, per giungere quindi all'analisi dell'anima della canna e del fenomeno del rinculo. In appendice, un raffronto dimensionale e prestazionale dei calibri per pistola, tavole di tiro e balistiche, tabelle di conversione dalle unità di misura anglosassoni a europee e un mini‐glossario tecnico inglese‐italiano.

Rilegato, 15 x 21,5 cm. pag. 290 con numerose tabelle e foto e disegni a colori e b/n

Stampato nel 2018 da Edisport

VATERLAND S.A.S di Alberto Manca & C. - sede legale: Solarussa ( OR ) via Azuni 21 CAP. 09077 - partita IVA 01152870950 - REA 134686
MOAI Studio Milano
Joomla template freaks