La battaglia d'Algeri dei Servizi Speciali francesi 1955-1957

Quando tra il 2000 e il 2001, prima con un'intervista rilasciata a "Le Monde e successivamente con la pubblicazione del presente volume di ricordi sull'esperienza durante la guerra d'Algeria, il Generale in congedo Paul Aussaresses decise di rompere il silenzio e di esporsi in prima persona rivelando i "brutali" metodi repressivi utilizzati dall'esercito francese (e dei quali egli fu uno degli esecutori) nella lotta ai ribelli del Fronte di Liberazione Algerino (FLN), la Francia fu investita da una forte (e falsa) ondata emotiva che preocupò non poco i vertici miltari. La domanda che allora ci si pose era perchè, ad oltre 40 anni di distanza, uno dei fondatori dello SDECE (Servizio di Documentazione Estera di Controspionaggio), tra i responsabili di spicco dei servizi di intelligence che operarono in Algeria tra il 1955 e il 1957 e in prima linea nelle sanguinose battaglie di Philippeville e di Algeri, rese noti particolari così sconvolgenti riguardanti l'uso sistematico, avvallato da ambienti givernativi, della tortura e delle esecuzioni sommarie contro gli insorti. Da leggere...

Brossura, 14 x 21 cm. pag. 160 + 24 pagine fuori testo con 42 foto b/n

Stampato nel 2007 da Libreria Editrice Goriziana
fotografia (133)6
fotografia (133)1

Price:
Sales price: 22,00 €
48h.gif
Description

Paul Aussaresses

Quando tra il 2000 e il 2001, prima con un'intervista rilasciata a "Le Monde e successivamente con la pubblicazione del presente volume di ricordi sull'esperienza durante la guerra d'Algeria, il Generale in congedo Paul Aussaresses decise di rompere il silenzio e di esporsi in prima persona rivelando i "brutali" metodi repressivi utilizzati dall'esercito francese (e dei quali egli fu uno degli esecutori) nella lotta ai ribelli del Fronte di Liberazione Algerino (FLN), la Francia fu investita da una forte (e falsa) ondata emotiva che preocupò non poco i vertici miltari. La domanda che allora ci si pose era perchè, ad oltre 40 anni di distanza, uno dei fondatori dello SDECE (Servizio di Documentazione Estera di Controspionaggio), tra i responsabili di spicco  dei servizi di intelligence che operarono in Algeria tra il 1955 e il 1957 e in prima linea nelle sanguinose battaglie di Philippeville e di Algeri, rese noti particolari così sconvolgenti riguardanti l'uso sistematico, avvallato da ambienti givernativi, della tortura e delle esecuzioni sommarie contro gli insorti. Da leggere...  

Brossura, 14 x 21 cm. pag. 160 + 24 pagine fuori testo con 42 foto b/n

Stampato nel 2007 da Libreria Editrice Goriziana

VATERLAND S.A.S di Alberto Manca & C. - sede legale: Solarussa ( OR ) via Azuni 21 CAP. 09077 - partita IVA 01152870950 - REA 134686
MOAI Studio Milano
Joomla template freaks